LA CERTIFICAZIONE DI FLORAL DESIGNER    

“Nella denominazione di decorazione si comprende l’insieme di ornamenti di oggetti o di elementi architettonici di edifici che hanno un ritmo di linea, o di rilievo geometrico o figurativo, o di colore. I tipi e gli stili di decorazione eseguiti nei varî periodi si adattano ai varî temi ed esprimono le aspirazioni estetiche e spirituali del tempo e della civiltà. Così intimi sono i rapporti tra decorazione e architettura, da poter asserire che la prima ha, più che un valore a sé, un carattere subordinato al concetto architettonico; il quale comincia dalla creazione costruttiva, a cui è connessa la disposizione spaziale, ma prosegue nella conformazione adatta e ritmica dell’interno e dell’esterno degli edifici; sia che tale conformazione, in taluni periodi stilistici esprima gli elementi costruttivi abbellendoli ma non nascondendoli (come nelle forme greche e nelle gotiche), sia che vi si sovrapponga con rivestimenti di superficie (marmi e stucchi nei templi e nelle terme romane, mosaici nelle chiese bizantine, stucchi o maioliche negli edifici musulmani, ecc.), sia infine che completi l’aspetto con l’arredamento e l’ammobiliamento (ferri battuti, stoffe, arazzi, rilievi, ecc.).”                                            Vincenzo Fasiolo

 

 

La Certificazione di Floral Designer è un percorso formativo prestigioso e viene rilasciata dall’Associazione Culturale Fioristi FVG – Gentium Academia Florum Artis, in collaborazione con altre eccellenze nazionali ed internazionali del settore floristico, enogastronomico, artistico,  fra le quali la Scuola d’Arte Floreale Atelier5 – CH, l’Associazione Progetto 4 Stagioni, la Casa Editrice l’Orto della Cultura, ……

 

FLORAL DESIGNER : Figura professionale emergente nel settore dell’ ARTIGIANATO ARTISTICO è un professionista che può inserirsi sia in un contesto pubblico che privato e che unisce in sè sia le conoscenze del settore vivaistico che quelle del settore floristico, enogastronomico/alberghiero, e dell’arte in genere.

OBIETTIVO: formare professionisti qualificati in grado di inserirsi nelle aziende floristiche, florovivaistiche e nei garden center muovendosi con professionalità e sicurezza nei vari reparti passando da quello dei fiori recisi, che oggi sempre di più viene inserito e sviluppato, al reparto piante da esterni, piante da interni, fino all’oggettistica e al confezionamento. Il Floral Designer potrà inoltre proporsi sul mercato da libero professionista o aprire un proprio punto vendita/laboratorio.

DESTINATARI: il percorso formativo è accessibile a tutti coloro che intendono inserirsi nel settore floristico con una preparazione completa.

DURATA: 600 ore di lezione obbligatoria

Le 600 ore vengono suddivise in quattro semestri e prevedono 2 prove d’esame durante il percorso + la prova finale. Le lezioni vengono sviluppate nei seguenti modi:

Frequenza settimanale: 1 volta alla settimana alla scuola con orario 10.00 – 18.00 e frequenza obbligatoria (è previsto un registro delle presenze); in caso di assenza non sono previste giornate di recupero.

oppure

Frequenza a moduli: corsi di 3-4 giornate consecutive con orario 10 – 18.00; è prevista la realizzazione di 5 corsi ogni semestre.

 

I e II semestre

 Esperienze nella Scuola: nell’intervallo fra le giornate di lezione, gli allievi hanno l’opportunità di partecipare all’attività della Scuola (volontariato): realizzazione di allestimenti, progettazione e manutenzione del giardino, realizzazione di opere di land art nel parco della Scuola. Approfondire gli studi e consultare i testi nella Biblioteca della Scuola.

III e IV semestre

Esperienze nella Scuola e/o nelle Aziende partners: nell’intervallo fra le giornate di lezione obbligatoria gli allievi avranno l’opportunità di partecipare all’attività della Scuola (volontariato) oppure di fare esperienza in Aziende del settore con tirocini formativi o stages (se possibile) Uscite sul territorio per visite didattiche nei luoghi storici e artistici.

DIDATTICA: Il primo ciclo di lezioni, è molto teorico e meno tecnico/pratico con approfondimenti sulla conoscenza dei fiori, la botanica, il colore, gli stili, le forme, il disegno. Dal secondo ciclo, c’è un equilibrio fra lezioni pratiche e teoriche durante le quali vengono approfonditi i metodi di lavorazione, trasformazione del materiale, le tendenze del settore. Vengono inserite le materie quali la storia dell’enogastronomia e della tavola, l’acconciatura, la storia del costume, ecc….., con lezioni teorico pratiche e l’intervento di docenti qualificati provenienti da tutta Italia.

* * * * * * *

 

PROGRAMMA: verranno affrontati numerosi argomenti, alcuni in maniera più approfondita, altri più superficialmente.

LA FIGURA PROFESSIONALE DI FLORAL DESIGNER: cenni sulla storia del decoratore floreale, il contesto lavorativo, la comunicazione con il cliente,le tecniche di vendita, i contatti con i fornitori, il lavoro di squadra

ARTE FLOREALE:
La Storia dei fiori e degli elementi vegetali:
provenienza, significati simbolici, caratteri, forme, abbinamenti

BOTANICA:
riconoscimento delle piante, la loro struttura, provenienza, catalogazione, nome botanico, comune, gli abbinamenti, i caratteri, le piante da interno, le piante da esterno, le piante perenni, annuali, biennali, stagionali; i terricci, i concimi, le malattie, i rinvasi, le piccole potature, l’irrigazione. Le attrezzature

I FIORI NELLA STORIA DELL’ARTE:
dall’antico Egitto agli Anni ’30. L’uso dei fiori e degli altri elementi nell’arredamento e nel costume. Riconoscere gli elementi principali che caratterizzano le epoche storiche.

GLI STILI PRINCIPALI DELL’ARTE FLOREALE E LE LORO TECNICHE DI LAVORAZIONE:
i mazzi legati, le composizioni in spugna, il bouquet, il mazzo oggetto, le composizioni senza l’uso della spugna. I grandi ambienti. La decorazione floreale nel resto del mondo

LA TEORIA DEL COLORE: i colori nella fisica, realtà ed effetto cromatico, l’armonia dei colori, gli accordi cromatici soggettivi, la teoria strutturale dei colori, il disco cromatico a 12 parti, i sette contrasti di colore, le combinazioni dei colori, la sfera e la stella dei colori, accordi e variazioni cromatiche, forma e colore.

LA TEORIA DELLE PROPORZIONI: la sezione aurea ovvero il linguaggio matematico della bellezza, il numero aureo: definizione e storia, il numero aureo nella matematica e nella geometria: la serie di Fibonacci, il rettangolo aureo, la spirale aurea. La sezione aurea nell’arte, nell’architettura, nella natura

I CONTENITORI E GLI ACCESSORI: il vetro, la ceramica, i cesti, le candele, i nastri e i cordoni, le stoffe; progettazione e realizzazione di contenitori e altri accessori utilizzando carta, legno, ferro ed altri elementi anche non naturali

IL PACKAGING:
i suoi materiali, le sue tecniche. Le carte: profumate, il cartopack, il tessuto non tessuto, la rete, il cellophane. I nastri: il raso, il doppio raso, il velluto, il sintetico, il nastro di carta, ecc….
Le attrezzature: il coltellino da innesto, la cesoia, il tronchesino, le forbici, la pistola colla a caldo egli altri attrezzi

L’ARREDO FLOREALE NEGLI AMBIENTI: arredare un ambiente sacro, arredare un ambiente storico, arredare un ambiente moderno; gli effetti della luce e delle candele

I FIORI E GLI ALTRI ELEMENTI NELLA RISTORAZIONE:
Cenni sulla storia della gastronomia, il cibo nei piatti, gli spazi, i colori, la presentazione, le tradizioni
L’arredo del banchetto: la tavola e la mise en place, tipologie, caratteristiche,caratteri, accessori, colori

CENNI DI STORIA DELL’ARTE: dagli antichi Egizi al Liberty le caratteristiche principali nella pittura e nell’architettura

DISEGNO E PROGETTAZIONE: il disegno a mano libera, il chiaroscuro, l’uso dei colori, la prospettiva.

LITURGIA: regole di liturgia nell’anno, il colore liturgico, i significati dei fiori nella liturgia. Gli spazi architettonici della Chiesa

STORIA DELLA MUSICA: cenni – la musica nelle epoche storiche, gli strumenti musicali, l’armonia, il colore della musica, interpretare la musica attraverso l’arte floreale

STORIA DEL PROFUMO: cenni – il profumo nella storia, le essenze naturali, il profumo d’ambiente, il colore e il carattere del profumo, interpretare il profumo attraverso l’arte floreale

STORIA DEL COSTUME E DELL’ACCONCIATURA:cenni – dall’antichità ai giorni nostri le acconciature e  gli accessori: cappelli, borsette, guanti, ventagli; gli abiti: di lui e di lei; l’abito da sposa e da cerimonia

FOTOGRAFIA:cenni – la foto a colori e in chiaroscuro, negli esterni e negli interni, il fotoshop, creare un book fotografico.

 

PER INFORMAZIONI su iscrizioni e costi:

Orario di Segreteria: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00. Per visite in orari diversi su appuntamento chiamando il 349/2293984

Mob.: +393492293984

E-mail: info@scuolafioristifvg.it